Pagato per non fare nulla o quasi: in Svezia l’offerta di lavoro da 2mila euro al mese

 

Altro che reddito di cittadinanza. In Svezia bastano pochi minuti di lavoro per essere pagato ben 2mila euro al mese.

Il lavoro?

Quello di responsabile dell’apertura e della chiusura di una stazione di treni e metropolitane, Korsvägen, attualmente in fase di costruzione nella città di Göteborg.

Per candidarsi non ci sono limitazioni di età o legate alla nazionalità degli aspiranti lavoratori. Insomma non servono particolari requisiti né tantomeno grandi doti: tutto ciò che si richiede è presentarsi al lavoro ogni giorno la mattina per aprire la stazione e attivare l’illuminazione e poi di nuovo in tarda serata per chiuderla e spegnere le luci.

lavoro in svezia

Una volta che il dipendente effettua il check-in presso la stazione ferroviaria, sarà libero di passare il resto della giornata come meglio crede dal momento che non c’è bisogno della sua presenza fisica sul posto di lavoro, fino a quando non sarà il momento di ritornare e spegnere le luci.

L’unica condizione, infatti, è rispettare gli orari di apertura e chiusura. Qualunque cosa scelga di fare il dipendente durante le altre ore farà parte del lavoro, secondo quanto si legge nell’annuncio.

Il fortunato prescelto riceverà lo stipendio nonché tutti gli altri benefici di un lavoratore normale: giorni di ferie e pensione.

Troppo bello per essere vero? In effetti un inghippo c’è e riguarda la tempistica per inviare la propria candidatura: si potrà farlo, infatti, solo a partire dal 2025 quando i lavori per la realizzazione della stazione risulteranno completi, compreso l’interscambio tra treni metropolitani e quelli di superficie.

Questa offerta di lavoro nasce grazie a un esperimento sociale chiamato “Eternal Employment”, ovvero Impiego Eterno, finanziato da Public Art Agency Sweden e Swedish Art Transportation e creato dagli artisti svedesi Simon Goldin e Jakob Senneby.

Piuttosto che dedicare il premio di $ 650.000 (580 mila euro) alla decorazione della stazione ferroviaria, la coppia di artisti ha deciso di lanciare un segnale sul futuro del settore del lavoro dando a un dipendente il controllo totale sulla propria carriera.

«Finché viviamo in una società in cui il ritorno del capitale è sostanzialmente superiore all’aumento medio dei salari, Eternal Employment viene mantenuta a galla», si legge nella descrizione del lavoro. Una volta aperte le candidature, Goldin e Senneby hanno dichiarato che prenderanno in considerazione potenziali dipendenti da tutto il mondo e saranno dei “datori di lavoro di pari opportunità”.

L’unico altro requisito è che il dipendente scelto non riceva un altro lavoro retribuito mentre è impiegato nella stazione ferroviaria. Una richiesta, insomma, facile da soddisfare.

Se il pensiero di spendere i vostri giorni pagati per fare tutto ciò che volete vi sembra attraente, tenetevi pronti. In fondo il 2025 non è poi così lontano…

Per ulteriori informazioni si rimanda alla descrizione del lavoro a questo link:

Pagato per non fare nulla o quasi