ANVERSA (BELGIO)

Il Belgio è una nazione facilmente ciclabile: terreni pianeggianti e viali comodi invitano ad utilizzare le due ruote. Senza contare che ogni anno migliaia di studenti la usano per spostarsi dall’Università a casa. Ad Anversa potrete, grazie alla bici, vedere una natura splendida: da boschi, a canali e distese di prati verdi. 2000Km di piste ciclabili perfettamente segnalate, dove sarà impossibile perdervi.

FERRARA (ITALIA)

Castelli, palazzi, piazze commemorative e una delle mura cittadine rinascimentali più belle al mondo, hanno fatto di Ferrara Patrimonio dell’Umanità dell’ UNESCO. Ferrara inoltre presenta la percentuale più alta di bic per abitante di tutta la zona del Mediterraneo: con una popolazione di oltre 130.000 abitanti, le bici superano le 100.000 unità! Curiosamente non ci sono piste ciclabili segnalate, ma la convivenza tra bici, auto e mezzi pubblici è assolutamente pacifica.

vacanze in bici

STOCCOLMA (SVEZIA)

Stoccolma in bici è quasi un must: dal centro storico agli splendidi boschi appena fuori la città. Le piste ciclabili di Stoccolma sono innumerevoli e tutte perfettamente segnalate. Da non perdere.

TRONDHEIM (NORVEGIA)

Forse non è la città con il più alto numero di bici, e gli impegnativi dislivelli di terreno la rendono poco appetibile, ma Trondheim non si è arresa, facendo della bici un mezzo da usare. In effetti è la prima (e forse unica) città europea che dispone di un ascensore per le bici: costruito nel 1993 porta alla cima della collina Bbrubakken, ovvero in pieno centro storico.